Affidamenti diretti e procedure negoziate dopo il DL 76/2020

Affidamenti diretti e procedure negoziate dopo il DL 76/2020

120,00

Il webinar formativo è dedicato alle soluzioni pratiche adottabili per la gestione di affidamenti diretti e procedure negoziate in ottemperanza alle copiosa giurisprudenza in materia, dal Decreto Semplificazioni ai pareri del Ministero Infrastrutture, passando per le linee guida ANAC.

Tra le tematiche affrontate ci sono: le soglie per l’affidamento diretto (in lavori, forniture e servizi), le modalità operative con le quali si può procedere a tali forme di affidamento, come si debbano individuare gli operatori economici destinatari di tali affidamenti, il tempo massimo di chiusura del procedimento fissato dalla normativa vigente.

 

A BREVE DI NUOVO DISPONIBILE

 

Relatore: Avv. Alberto Ponti 


  • Descrizione

WEBINAR ON DEMAND

Il DL 76/20 (cd Decreto Semplificazioni) e le sue successive modifiche hanno innalzato le soglie per l’affidamento diretto nei lavori, forniture e servizi, senza tuttavia chiarire le modalità operative con le quali si può procedere a tali forme di affidamento, né facendo luce come si debbano individuare gli operatori economici destinatari di tali affidamenti. Solo un parere del MIT sembra lasciare ampia discrezionalità alla stazione appaltante, ma poi esaminando attentamente il testo completo la responsabilità sulla scelta dell’operatore è in realtà lasciata in capo al RUP.

Nel corso dell’incontro vengono evidenziate le possibili soluzioni adottabili al fine di evitare possibili responsabilità.

Le soluzioni vengono presentate alla luce della giurisprudenza in materia, delle linee guida ANAC e dei pareri del Ministero Infrastrutture tenendo conto altresì del tempo massimo di chiusura del procedimento fissato dalla vigente normativa.


 

PROGRAMMA DEL CORSO:

LE FORME DI AFFIDAMENTO DIRETTO EX ART. 1 C. 2 LETT. A) DEL DL 76/2020

  • L’affidamento diretto cd “puro”: limiti di importo, le modalità di scelta dell’operatore economico, il rispetto dei principi, la qualificazione dell’operatore, le forme di pubblicità dell’affidamento, esame dei pareri del Ministero Infrastrutture
  • L’affidamento diretto cd. “mediato”: limiti di importo, le modalità di scelta degli operatori economici da interpellare, il rispetto dei principi, la qualificazione dell’operatore, le forme di pubblicità dell’affidamento
  • Analisi delle linee guida ANAC e della giurisprudenza in materia per trarre spunti e principi per il corretto operare nella scelta degli operatori e delle procedure di affidamento
  • Analisi della situazione interna alla stazione appaltante al fine di verificare altri affidamenti e rispettare quindi il principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti: modalità operative
  • Ricerca di affidamenti al medesimo operatore economico fatti da altre stazioni appaltanti al fine di verificare l’attendibilità dello stesso
  • La determinazione a contrattare semplificata: elementi da inserire, esame schema
  • L’avviso di manifestazione di interesse: caratteristiche, elementi da inserire, modalità di selezione dell’operatore
  • La formalizzazione del rapporto con l’operatore economico ed elementi da inserire
  • Gli affidamenti di importo inferiore a 5.000 euro

LA DIFFERENZA TRA PREVENTIVO E OFFERTA

  • Gli elementi da inserire nella richiesta di preventivo
  • La scelta degli operatori a cui richiedere il preventivo
  • La finalità dei preventivi , la valutazione e la verbalizzazione delle operazioni di valutazione
  • Gli elementi delle offerte e la procedimentalizzazione

LA PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 1 C. 2 LETT. B) DEL DL 76/2020

  • I principi da rispettare.
  • I casi in cui è ammissibile.
  • Le diverse soglie di applicazione.
  • Il numero di operatori da invitare e le modalità di scelta.
  • L’indagine di mercato:
    • La differenza con l’avviso di consultazione preliminare di mercato
    • Le modalità di svolgimento
    • L’avviso
    • Le forme di pubblicità
    • La scelta delle ditte.
  • L’elenco degli operatori economici:
    • Le modalità di costituzione
    • Le forme di pubblicità
    • I requisiti di iscrizione
    • Casi di cancellazione
    • La scelta delle ditte da invitare.
  • Le forme di pubblicità: la pubblicazione degli esiti degli affidamenti.
  • Il principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti.
  • La regolamentazione a livello di stazione appaltante dei procedimenti di importo inferiore alla soglia comunitaria quale strumento per omogeneizzare l’attività dei vari settori: indicazione degli elementi da disciplinare.

LA PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 63 DEL CODICE DEI CONTRATTI

  • I casi e le circostanze in cui è possibile svolgere la procedura.
  • L’adeguata motivazione per il ricorso alla procedura.
  • I beni infungibili: casistica e disciplina applicabile.
  • I soggetti da invitare alla procedura: numero e modalità di scelta degli operatori.
  • L’espletamento della procedura:
    • I soggetti competenti
    • I documenti necessari
    • Il rispetto del principio di trasparenza
    • L’indirizzo dell’organo di vertice dell’Amministrazione.

Una volta completato l’acquisto, ti invieremo il link alla piattaforma GoToWebinar per accedere al corso, al quale collegarsi nella data e nell’ora indicati.

In seguito, il webinar sarà disponibile illimitatamente per un periodo di 90 giorni.

Il materiale formativo sarà disponibile per il download all’accesso al webinar sulla piattaforma.

Al termine del webinar sarà rilasciato l’attestato di frequenza a tutti i partecipanti.


 

Relatore: Avv. Alberto Ponti

alberto-ponti-relatore-appalti

Avv. Alberto Ponti
Avvocato Amministrativista dal 2007. Ha assunto importanti e numerosi incarichi di assistenza al Responsabile Unico del Procedimento e consulenza presso Enti pubblici e privati in tema di Appalti pubblici di lavori, forniture e servizi, concessioni di costruzione e gestione, project financing ecc.

Torna in cima